Ultima modifica: 27 Aprile 2020

Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza – Progetto “Il cielo in una casa”

La Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza della Toscana, dott.ssa Camilla Bianchi, ha promosso una raccolta di materiali (testi, disegni, foto) realizzati da bambine e bambini, ragazze e ragazzi in questo periodo di forzato isolamento determinato dall’emergenza Coronavirus.

L’iniziativa, denominata “Il cielo in una casa”, ha l’obiettivo di offrire alle persone di minore età della nostra regione uno spazio di espressione delle loro personali riflessioni in questo momento difficile e di condividere ciò con i coetanei e con il modo degli adulti.

Come scrive la stessa Garante sul sito web presentando l’iniziativa, “ciò che i nostri figli sentono, pensano, esprimono anche in un momento difficile come questo, è un bene prezioso a cui tutti dovremmo attingere. Penso a lettere scritte per dare ali ai loro sogni, per dire quello che vorrebbero o non vorrebbero più, o semplicemente per ringraziare; ai loro meravigliosi disegni in cui è racchiuso con inafferrabile leggerezza, il senso triste di quest’oggi e la speranza di domani, a cui credo sia importante dare spazio ed ascolto” nella convinzione che “ascoltare la loro memoria è occasione di educazione e di crescita verso un futuro migliore per tutti”.

Le modalità per inviare, entro il 26 aprile prossimo, i contributi sono indicate sulle pagine web istituzionali della Garante.

LINK del collegamento alla pagina http://www.consiglio.regione.toscana.it/garante-infanzia/default.aspx

Comunico che, al fine di agevolare la raccolta dei materiali e delle liberatorie da parte dei genitori ed il loro invio, il termine per la trasmissione dei materiali relativi al Progetto “Il cielo in una casa” è prorogato al 3 maggio prossimo.

Grazie per la collaborazione e cordiali saluti.