Ultima modifica: 16 Marzo 2017

BES

Riferimenti normativi

Direttiva ministeriale “Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica” 27 dicembre 2012

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/8d31611f-9d06-47d0-bcb7-3580ea282df1/dir271212.pdf

C.M. n.8  6 marzo 2013

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/9fd8f30a-1ed9-4a19-bf7d-31fd75361b94/cm8_13.pdf

Nota ministeriale 22 novembre 2013

http://www.istruzione.it/allegati/prot2563_13.pdf

AZIONI DEL CIRCOLO

Il Circolo 3 di Sesto Fiorentino ha da sempre operato in favore dell’accoglienza e dell’inclusione di grandi e piccini e quindi ha recepito con interesse la nuova normativa. Dallo scorso anno quindi è cominciata una riflessione che ha portato a rinnovare il POF e a produrre nuovi strumenti e documenti. Il lavoro svolto è stato il frutto di un confronto costruttivo tra i docenti, il GLI e la dirigenza.

Di seguito, dopo l’introduzione del PAI, sono elencate le tappe del processo avviato, che riportano lo stato delle cose al mese di novembre. Attualmente i team docenti delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie stanno lavorando all’elaborazione dei PDP. Il Collegio, con il parere favorevole del GLI, ha stabilito di coinvolgere anche la scuola dell’infanzia, non considerata dalla normativa.

Queste sono le due pagine introduttive del PAI del Circolo che  ne sintetizzano le idee, gli intenti e i fini.

INTRODUZIONE COS’E’ PER NOI L’INCLUSIONE?

Non c’è nulla che sia più ingiusto quanto far parti uguali fra diseguali.

Don Lorenzo Milani

Inclusione è una dimensione nella quale ci sentiamo parte di un tutto. Nella quale non è importante essere uguali ma è importante partecipare ognuno con la propria personalità , il proprio modo di essere, i propri talenti e la propria cultura. Partecipare in modo leale e onesto al raggiungimento di obiettivi condivisi che devono avere a che fare con il benessere di ognuno.

COS’E’ PER NOI IL PIANO PER L’INCLUSIVITA’?

Il Piano è per noi una dichiarazione d’intenti, considerati i bisogni emersi, per convogliare in modo funzionale ed efficace le risorse possedute verso il raggiungimento del successo formativo di tutti gli alunni.

A CHI SI RIVOLGE?

Il piano si rivolge a tutti gli attori del processo educativo: alunni, insegnanti e genitori coinvolti nel processo d’inclusione della scuola in quanto istituzione costituita di individualità fisiologicamente  diverse tra loro. Ogni componente ha la duplice funzione di destinatario e di risorsa del Piano.

CHI SONO GLI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI?

Gli alunni con Bisogni Educativi Speciali, facendo nostro il modello antropologico dell’ICF, sono alunni per i quali ” i normali bisogni educativi incontrano maggiore difficoltà nel trovare risposte adeguate a motivo di un funzionamento  bio – psico-sociale problematico” [1] L’individuazione di questi alunni è avvenuta attraverso una rilevazione dei bisogni.

QUALI SONO I NOSTRI OBIETTIVI?

SAPERE, SAPER ESSERE, SAPER FARE

E’ lo slogan del nostro POF. Le nostre scuole promuovono la formazione di ciascun alunno mediante l’attenzione e la cura dello sviluppo affettivo- relazionale e  cognitivo. Ciascun alunno deve sentirsi accolto e compreso per poter esprimere al meglio le proprie potenzialità e i propri talenti. Gli obiettivi formativi del nostro POF hanno recepito lo spirito e i contenuti  indicati nelle ” Otto competenze chiave di cittadinanza” [1] nelle “Nuove Indicazioni per il Curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione”. Il Circolo articola il proprio percorso educativo utilizzando in modo funzionale ed efficace le competenze individuali dei docenti, anche attraverso attività di progetto e di laboratorio  che mirano, sia nella loro organizzazione sia nelle loro finalità, all’inclusione e al successo formativo.

Il PAI del Circolo 3 di Sesto Fiorentino

per l’ anno scolastico 2014/15 è un documento di 14 pagine.

Esso esprime in forma  dettagliata

i dati e i contenuti relativi agli alunni e all’offerta della scuola.

Il documento è corredato da due allegati

che  approfondiscono rispettivamente

i temi dell’accoglienza e della didattica inclusiva.

DOCUMENTI E AZIONI PER L’INCLUSIONE

Contatti: ins. Cristina Cambi (F. S.  Piano Annuale per l’inclusività)   cristina.cambi@gmail.com